CHIESTO IL FALLIMENTO PER L' AREZZO CALCIO

Un’istanza di fallimento per l’Arezzo calcio è stata presentata da uno studio commerciale aretino, cessionario del credito derivante dal decreto ingiuntivo passato in giudicato di un’agenzia investigativa nei confronti della società. Della presentazione dell’istanza sono stati informati il sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli, la Lega Pro, l’Associazione italiana calciatori, la società rappresentata al momento dal consorzio romano ‘Neos solution’ e l’azionariato popolare Orgoglio Amaranto in qualità di socio di minoranza.

La decisione del tribunale fallimentare dovrebbe arrivare entro trenta giorni. Intanto da lunedì previsto il via della procedura per verificare la possibilità di arrivare all’esercizio provvisorio della società.
E va citato in merito a questa storia tutta " italiana ", dove la lega pro impedisce ai giocatori dell' Arezzo di scioperare, ovviamente per non dare i tre punti a tavolino al Livorno, l' interessante editoriale di Amaranta.it, a firma del…

MA L' AMMINISTRAZIONE COMUNALE DOVREBBE " FARE " INVECE CHE PARLARE SUL LIVORNO....

Ed ora anche l' assessore allo sport Morini, auspica l' intervento dei famosi e soliti ignoti imprenditori livornesi che dovrebbero rilevare il Livorno calcio. Assessore allo sport che plaude l' intervento dei club amaranto, che dopo decenni di assoluto allineamento nei confronti del presidente Spinelli, si sono convinti che la societa' amaranto con questa dirigenza non ha piu' alcun futuro. Ma cari assessori, e soprattutto sindao, basta con le promesse, le parole, sul Livorno e soprattutto sulla Cittadella dello Sport, perche' senza fatti concreti, nessun imprenditore e' disposto a rilevare il Livorno calcio. Occorre passare dai progetti virtuali per la Cittadella dello Sport, ai fatti concreti consentendo l' aggiudicazione del relativo appalto e l' arrivo di questi famosi investitori che possono con i loro investimenti munifici non solo realizzare i nuovi impianti sportivi tra cui lo stadio nuovo, ma possono rilevare il Livorno calcio, rilanciandolo e riportandolo in quei famosi palcossenizi importanti tanto ambiti dai tifosi amaranto. Imprenditori che pero' non crediamo siano livornesi, perche' non ci sono imprese ed aziende importanti tali da garantire cospicui investimenti nel calcio, piuttosto sarebbe auspicabile l' arrivo di qualche imprenditore lombardo o meglio cinese che punti anche al progetto di ampliamento del porto, Darsena Europa. Intanto si profila l' ennesima giornata di passione per gli amaranto: un campionato " calvario " che fara' tappa al Garilli di Piacenza, con i biancorossi emiliani che puntano al terzo posto e con questo Levornicchio in disarmo e con i licenziamenti dei propri dipendenti , si prospetta l' ennesima brutta figura per gli amaranto.
GIANNI MASSONIGUS

Commenti